Merlot Monte Dei Roari 2016

11,50

Merlot Monte Dei Roari 2016

Terroir, lavoro nel vigneto e vendemmia
Suolo: Morenico, ricco di scheletro, calcareo
Vitigno: Merlot

Descrizione

Merlot Monte Dei Roari 2016

Terroir, lavoro nel vigneto e vendemmia
Suolo: Morenico, ricco di scheletro, calcareo
Vitigno: Merlot
Estensione del vigneto: 2.0 ha. Lavorato in biodinamica.
Tipo d’impianto: Archetto Veronese e Cordone Speronato
Densità media ceppi per ha: 5000
Età media del vigneto: 30 anni
Produzione media per ettaro: 60.0 hl
Vendemmia: Manuale

In cantina
Vinificazione: Lunga macerazione e fermentazione spontanea in vasche d’acciaio inox. Affinamento nelle stesse per 8 mesi, segue imbottigliamento.
Solforosa totale (SO2): 7.0 mg/l
Bottiglie prodotte: ca.
Caratteristiche
Vino rosso fruttato, speziato e vegetale, di corpo e dal finale asciutto e persistente.
Abbinamenti
Salumi speziati, selvaggina, polenta.
Come si ottiene un vino Biologico
Nella gestione del suolo vengono usati solo fertilizzanti naturali come i concimi organici, le vinacce, minerali macinati contenenti fosfato, potassio, calce e altre sostanze nutritive
Inserimento di insetti predatori degli insetti nocivi
Gestione della “Chioma” della vite per far circolare l’aria tra foglie e grappoli in modo da ridurre l’umidità e impedire tutte le condizioni che creino lo sviluppo dello Oidio e Botrite.
Confusione “sessuale” contro gli insetti e acari: vengono diffusi feromoni in modo da ridurre la possibilità di fecondazione e riproduzione.
La nostra gamma di vini Triple A proviene dal Veneto, per la precisione dal monte Mamaor nelle vicinanze di Valeggio sul Mincio.

Processi di vinificazione
Dopo una cauta selezione dei grappoli migliori, quelli che non presentano alcuna imperfezione e hanno raggiunto un perfetto grado di maturazione. Si procede con il diraspamento , nella botte poi non vengono aggiunti solfiti di alcun tipo ne tantomeno enzimi per sollecitare la fermentazione.
La vinificazione può avvenire in damigiana di legno ma c è chi utilizza il vetro ed infine l’inox. Questo perché le botti in legno non essendo trattate e stabilizzate spesso consentono all’uva di variare leggermente nelle note da botte a botte.
Per quanto riguarda l’invecchiamento , non ci sono scadenze lampo per il consumo. I vini biologici hanno comunque una finestra di tempo di anni per essere consumati.
Certamente prestando attenzione a riporle in modo corretto con cura senza lasciarle vicino fonti di calore e luce diretta.
Ma questo vale per tutti i vini.

Abbiamo quindi un ottimo prodotto di partenza che spesso, una volta riportato nel bicchiere trasmette inconfondibili primati per quanto riguarda “ Freschezza “, Essenzialità “, “Polposità” e “Schiettezza”.

Il vino biologico ed i vini naturali, sono frutto di un approccio che privilegia il rapporto con la natura e la genuinità.

Il termine biologico indica un prodotto ottenuto dalle uve coltivate con metodi dell’agricoltura biologica. Il vino di persè non sarebbe infatti biologico, semplicemente perché alcune sostanze ( per esempio i solfiti ) sono comunque ammessi e rarissimamente se ne può fare a meno.

Per informazioni e ordini: contattaci!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Merlot Monte Dei Roari 2016”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mostra i commenti sul post